Comunicare sicurezza e legalità

Comunicare sicurezza e legalità


Tecnologie dell'informazione e comunicazione a servizio della cultura della legalità e della sicurezza. Questa l'essenza del progetto realizzato e gestito da DigitCampania su affidamento dell'amministrazione regionale.

Il progetto prende il nome di "Sentirsi campani: identità, sicurezza, inclusione" ed è finanziato dal Fondo sociale europeo 2007/2013. Esso si rivolge prioritariamente a immigrati, persone diversamente abili, a rischio di esclusione sociale, studenti e giovani inoccupati, imprese e operatori di settore, cercando di diffondere tra loro la cultura della legalità e rendendoli protagonisti di azioni di riscatto sociale, a danno dell'economia criminale.

E' stato realizzato per questo un piano di comunicazione ad hoc, destinato a dar valore a tutte le azioni amministrative in tema di sicurezza e legalità.  Più in particolare si punta sulla costruzione di reti formali e informali, che incrementino il senso di appartenenza alla comunità dell'antimafia, su informazione e comunicazione in rete, supporti audiovisivi e prodotti ottimizzati per il web. Strumenti sostenuti anche dalla più tradizionale convegnistica, da prodotti tipografici e attività organizzative di supporto.

In tale quadro, DigitCampania ha provveduto alla realizzazione di un portale dedicato, con diverse sezioni informative, di servizio, di ascolto, in dote un applicativo multimediale e una mappa georeferenziata di tutti i beni confiscati allo organizzazioni criminali.

Al generale piano di comunicazione su sicurezza e cultura della legalità si aggiunge il piano anti-racket e anti-usura. A fronteggiare pizzo e credito a tasso usuraio c'è oggi direttamente la Regione Campania, attraverso un apposito coordinamento istituzionale.

La specifica comunicazione sul tema, affidata a DigitCampania, ha l'obiettivo di informare e poi di approfondirne i risultati, attraverso cicli di seminari su tutto il territorio regionale. Il target da raggiungere è rappresentato da imprese, sindacati, associazioni di categoria, cittadini (a partire da quelli vessati dai fenomeni malavitosi).
In dettaglio, il piano prevede multimedialità (pagine web, spot video, documentari) e comunicazione classica (brochure e leale, banner, eventi, inserzioni e cartelloni pubblicitari). La filiera produttiva è interamente coperta dalle risorse tecniche di DigitCampania.
 
LINK AL PORTALE


(31/01/2011)